Sentenze

Ordinanze della Cassazione sul tema dell'eccezione di prescrizione

Con due recenti ordinanze la Corte di Cassazione è tornata ad esprimersi slla questione della validità dell’eccezione di prescrizione formulata dall’istituto di credito.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

Usurarietà del tasso per utilizzi oltre i limiti dell'affidamento

La Corte di Cassazione statuisce il principio secondo il quale in caso di usurarietà del tasso oltre i limiti del fido si applica l'art.1815 c.c. ai soli interessi per extrafido

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

"Mutui usurari", ecco i dettami della Cassazione

 La Corte di Cassazione statuisce il principio secondo cui l’usurarietà del tasso di mora determina, ex art.1815 c.c., la totale gratuità del mutuo.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

 

Usura del tasso ottenuto sommando il saggio corrispettivo a quello di mora

Il Tribunale di Brindisi dichiara usuraio il tasso di interesse di un mutuo determinato sommando il saggio corrispettivo a quello di mora.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi
 

 

Domanda di ripetizione nei rapporti di c/c ancora in essere

Il Tribunale di Napoli chiarisce che in ipotesi di c/c ancora aperto non può essere accolta la domanda di ripetizione ma solo quella di accertamento del reale saldo del conto.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

Usura del tasso di mora e incidenza degli oneri non connessi all'inadempimento

Il Tribunale di Catanzaro stabilisce che le verifiche dell'usura del tasso di mora vadano eseguite tenendo conto anche dell'incidenza degli oneri non connessi all'inadempimento.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

Prescrizione nei rapporti di c/c bancari

Per la Corte di Appello di Torino il decorso del termine di prescrizione concerne unicamente le competenze addebitate dalla banca a fronte degli scoperti di conto corrente.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

STUDIO VECCHI

STUDIO VECCHI