Sentenze

Un'ulteriore sentenza decreta la gratuità del mutuo per usura del tasso di mora

Anche la Corte di Appello di Bari, con la sentenza n.990 del 4 giugno scorso, si è allineata ad altri Tribunali decretando la gratuità di un contratto di mutuo perché il (solo) tasso di mora è stato convenuto in una misura eccedente il tasso soglia vigente all'atto della stipula del contratto. Peraltro, nel caso affrontato dalla Corte pugliese alcun pagamento di interessi moratori era stato operato dal mutuatario.

commenti (1)

L'usurarietà del solo tasso di mora determina la gratuità del finanziamento

Con sentenza n.3707 del 17.04.2018 anche il Tribunale di Napoli - allineandosi all'orientamento recentemente espresso da altri Tribunali (Ferrara, Rieti, Siena - sentenza già su questo sito) - ha stabilito che, come statuito dalla Cassazione con ordinanza n.23192/2017 (parimenti sul sito), l'usurarietà anche solo del tasso di mora di un rapporto di finanziamento (mutuo nel caso di specie) determina la gratuità del rapporto medesimo.

commenti (1)

Sommatoria del tasso di natura corrispettiva e del saggio di mora

Il Tribunale di Siena ha giudicato corretto il procedimento di determinazione del TEG sommando il tasso corrispettivo ed il saggio di mora.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

L'usurarietà del tasso di mora determina la totale gratuità del mutuo

Due recentissime sentenze - la n.287 del  20.04.2018 emessa dal Tribunale di Ferrara e la n.234 del 14.05.2018 emessa dal Tribunale di Rieti - hanno avallato il principio, rinvenibile nell'ordinanza n.23192 della Cassazione (su questo sito), secondo cui l'usurarietà del tasso di interesse moratorio determina la totale gratuità del mutuo.

commenti (0)

Superamento del limite di finanziabilità nei contratti di mutuo fondiario

Con sentenza n.6586 del 16.03.2018, la Corte di Cassazione afferma che il superamento del limite di finanziabilità nei contratti di mutuo determina la nullità del contratto.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

L’errata indicazione del TAEG determina la nullità della clausola interessi

Con sentenza n.156 del 13.02.2018 il Tribunale di Trapani afferma il principio secondo cui l’errata indicazione del TAEG/ISC determina la nullità della clausola interessi.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

Contenzioso bancario: il Tribunale di Napoli fa scuola

Mediante la sentenza n.1467 del 9 febbraio 2018, il Tribunale di Napoli ha statuito importanti principi su varie questioni aventi ad oggetto rapporti bancari di conto corrente.

Scarica la sentenza e leggi la nota di commento del dr. Vecchi

STUDIO VECCHI

STUDIO VECCHI